AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS_4 NOVEMBRE 2020_h. 13.30

Data:
04 Novembre 2020
Immagine non trovata

 Analisi dati Italia, Piemonte e Lombardia

🔵Terapie intensive🔵

Come si vede dal primo grafico l'andamento dei pazienti ricoverati in terapia intensiva ha attraversato una fase acuta (con 200 casi su 1000 positivi!) nel periodo di marzo ma già ad aprile è scesa sotto i 50 casi ogni 1000 positivi. La percentuale è poi scesa a valori attuali durante l'estate fino al dato di oggi che è compreso tra i 3 e i 6 casi su 1000 pazienti attivi. Un decrescita che è giustificata delle cure più specifiche e dalle migliori conoscenze che i medici hanno sviluppato dall'inizio della crisi.

In figura 2 l'andamento dei casi in terapia intensiva da settembre ad oggi: nessun aumento significativo nonostante l'aumento esponenziale dei casi positivi significa che nonostante la platea dei contagiati aumenti la percentuale di persone che necessitano di cure importanti rimane costante.

Un dato preoccupante è invece quello del valore assoluto delle terapie intensive in figura 3. In Lombardia ma ancor più in Piemonte, sono in aumento e nelle prossime settimane arriveranno a superare i numeri di marzo che avevano messo in grandissima difficoltà il nostro sistema sanitario. Ad oggi in Piemonte ci sono già il 40% dei posti occupati nelle terapie intensive rispetto a quelli del picco di marzo.

🔵Analisi aumento contagi🔵

In figura 4 ho rappresentato l'andamento del fattore esponenziale. Avevo già fatto notare una discesa dal 20 ottobre che sembra confermata dagli ultimi dati. Significa che i contagi aumentano sempre in maniera esponenziale ma accelerano meno rispetto ai primi di ottobre. Nell'ultimo grafico vediamo i contagi rispetto agli abitanti e possiamo notare come l'andamento del Piemonte è molto simile a quello della Lombardia e sopra alla media nazionale. Ci accorgiamo però, anche visivamente, che la curva sale meno ripidamente rispetto alla prima metà di ottobre.

Spero che le nuove limitazioni producano un calo ancora della curva esponenziale e di conseguenza del numero di ricoveri così da riuscire a mantenerli nel numero che il nostro sistema sanitario può gestire.

 

IL SINDACO

Andrea Baldassini

Ultimo aggiornamento

Giovedi 23 Settembre 2021